Come scegliere la rubinettera da bidet

La diffusione del bidet varia molto da paese a paese. In alcuni paesi, e in particolare in Italia, è considerato un elemento indispensabile per l’igiene intima, anche se la sua presenza non è scontata, soprattutto negli appartamenti moderni in cui il bagno è molto piccolo e dove capita che sia sostituito da un sistema integrato al WC, ad esempio da una doccetta.

Sia i bidet che i rubinetti per bidet si sono evoluti considerevolmente per offrire una risposta più pratica ai bisogni degli utilizzatori.

Rubinetteria da bidet: vedi i prodotti

  • Rubinetteria da bidet: quale scegliere?

    In questa guida presentiamo non solo la rubinetteria per bidet propriamente detta, ma anche i vari apparecchi sanitari destinati principalmente all’igiene intima. Per fare la scelta giusta, anche in termini di risparmi energetici e di acqua, dovremo valutare con attenzione ciò che propone il mercato. Poiché la pulizia e la manutenzione della rubinetteria da bidet sono anch’esse di grande importanza, abbiamo deciso di proporre al lettore dei consigli pratici anche in questo senso.

    La nostra guida all’acquisto è divisa in nove parti:

    • Miscelatore per bidet monocomando e a doppio comando 
    • Doccette per bidet
    • WC con bidet incorporato
    • Miscelatore per bidet con becco orientabile 
    • Materiali
    • Installazione
    • Come risparmiare acqua ed energia
    • Pulizia e manutenzione
    • Ultime tendenze
  • Miscelatore per bidet monocomando o a doppio comando?

    Sia i rubinetti a leva singola, o monocomando, che quelli a doppio comando hanno vantaggi e svantaggi. La scelta, di conseguenza, sarà essenzialmente una questione di preferenze personali.

    I miscelatori per bidet monocomando sono particolarmente pratici in quanto permettono di regolare la portata e la temperatura dell’acqua con una sola leva. Per regolare la portata basterà infatti abbassare o sollevare la leva, mentre per aumentare o abbassare la temperatura non dovremo fare altro che spostarla rispettivamente verso sinistra o verso destra.

    I miscelatori per bidet a doppio comando hanno invece una manopola per regolare l’acqua fredda e un’altra per l’acqua calda. I modelli a doppio comando sono più semplici e convenienti, ma anche meno pratici, in quanto l’utilizzatore deve usare due manopole o leve per riuscire a regolare portata e temperatura. Poiché il flusso di acqua fredda e quello di acqua calda devono essere regolati separatamente, il raggiungimento della temperatura desiderata richiede generalmente più tempo e ciò porta anche ad un certo spreco di acqua.

    Miscelatore da bidet monocomando GRAFF

    Miscelatore da bidet monocomando GRAFF

    Miscelatore da bidet a doppio comando GUGLIELMI

    Miscelatore da bidet a doppio comando GUGLIELMI

  • Cos'è importante sapere sulle doccette per bidet?

    Le doccette per bidet, o doccette per WC, sono doccette manuali collegate da un tubo a un rubinetto installato sul muro del WC. Poiché offrono grande libertà di movimento e permettono di dirigere il getto d’acqua a piacimento, facilitano notevolmente l’igiene intima. Proprio per questa loro versatilità, inoltre, possono essere usate anche per lavarsi i piedi o altri parti del corpo. Lo svantaggio principale delle doccette è che, a causa dei lavori idraulici che comporta la loro installazione, presentano un costo di installazione più elevato. Per finire, alcuni modelli hanno un azionamento manuale, come un qualsiasi rubinetto, mentre altri sono azionati elettronicamente, grazie a un pannello di controllo oppure a un interruttore elettrico impermeabile installato sul muro.

  • Cos'è importante sapere sui wc con bidet incorporato?

    Molto popolari in Giappone, i WC con bidet incorporato sono conosciuti anche come WC intelligenti o WC giapponesi, e consistono in una seduta con getto d’acqua integrato. I WC di questo tipo rappresentano una soluzione salvaspazio perché rendono superflua l’installazione di un bidet. La loro posa, inoltre, risulta meno costosa di quella delle doccette murali in quanto non richiede la realizzazione di lavori idraulici. Per quanto riguarda il loro funzionamento, il getto d’acqua può essere fisso o orientabile. L’ugello erogatore, invece, si troverà nella parte posteriore o laterale della tazza. Alcuni modelli proiettano un getto d’acqua verticale, altri un getto diagonale. I WC con bidet incorporato sono collegati alla tubatura della vaschetta per mezzo di un giunto a T filettato.

  • Doccette per bidet o WC con bidet incorporato?

    Sebbene alcuni WC con bidet incorporato siano dotati di un getto d’acqua orientabile, le doccette per bidet sono considerate più pratiche e facili da usare per la loro grande manovrabilità. Lo svantaggio delle doccette murali è che, contrariamente ai WC con bidet incorporato, la loro installazione rende necessaria la realizzazione di lavori idraulici supplementari.

  • Che cos'è importante sapere sui rubinetti da bidet con becco orientabile?

    Miscelatore da bidet con becco orientabile RUBINETTERIE STELLA

    Miscelatore da bidet con becco orientabile RUBINETTERIE STELLA

    Il vantaggio dei miscelatori da bidet con becco orientabile, siano essi monocomando o a doppio comando, è che permettono di orientare il getto d’acqua in direzione della parte del corpo da lavare.

     

  • Quali materiali scegliere per un rubinetto da bidet?

    Il corpo dei rubinetti per bidet è generalmente in metallo, ma sul mercato troviamo un’ampia gamma di finiture tra cui scegliere. Una delle finiture più richieste è quella cromata, sia lucida che brillante, ma riscuotono un certo successo anche le finiture in ottone e in rame, che danno al bagno un aspetto più retrò.

  • Quali tipi di installazione esistono per i rubinetti per bidet?

    Sul mercato ci sono rubinetti per bidet autoportanti, da banco, a parete e da incasso. La loro installazione è relativamente semplice e poco costosa, in quanto di solito richiedono solo la realizzazione di un unico foro per il passaggio dei tubi dell’acqua calda e fredda. Alcuni modelli includono anche una doccetta estraibile che, dopo l’uso, ritorna nella posizione iniziale all’interno del rubinetto.

  • Che rubinetto per bidet scegliere per risparmiare acqua ed energia?

    Ecco alcuni consigli su come ridurre il consumo di acqua e di energia, risparmiare denaro e preservare l’ambiente.

    • Per prima cosa, per evitare perdite e conseguenti sprechi d’acqua, verificare che le valvole e gli elementi di tenuta sono in buone condizioni.
    • Installare un aeratore sul rubinetto per risparmiare acqua. Un aeratore può ridurre il flusso d’acqua a 3,8 litri al minuto indipendentemente dalle variazioni di pressione e permettere così un risparmio idrico anche del 70%.
    • Optare per un rubinetto per bidet ad alta efficienza idrica ed energetica. Oggi sul mercato possiamo trovare rubinetti che ci segnalano il nostro consumo d’acqua e che possono in questo modo aiutarci a razionalizzare non solo i consumi idrici, ma anche l’energia usata per riscaldare l’acqua. Per esempio, i rubinetti per bidet Hansgrohe delle gamme Talis S e Metropol Classic sono dotati della tecnologia EcoSmart, che limita automaticamente il flusso massimo di acqua a soli 5 litri al minuto.
  • Che tipo di pulizia e manutenzione è consigliata per i rubinetti da bidet?

    La rubinetteria del bidet dovrà essere pulita almeno una volta a settimana. Nel caso delle doccette per bidet, non dovremo dimenticare di pulire a fondo sia le manopole che l’ugello erogatore, dove lo sporco può accumularsi con conseguente proliferazione batterica. Per la pulizia dei rubinetti da bidet potremo usare delle salviette antibatteriche o una spugna umida con un detergente adatto.

    Per quanto riguarda la manutenzione, invece, controlleremo regolarmente lo stato delle valvole, degli elementi di tenuta e dei tubi e, in caso di una perdita d’acqua, faremo riparare il guasto il prima possibile.

  • Quali sono le ultime tendenze?

    Sul mercato c’è una forte tendenza ad orientarsi verso rubinetti dotati di sensori, in quanto possono essere usati senza toccare l’apparecchio igienico. La maggior parte delle novità riguarda però i WC con bidet integrato. Ecco alcune delle tendenze più recenti:

    • Bidet con azionamento elettronico: permettono di attivare e regolare il getto d’acqua per mezzo di un telecomando o di un pannello di controllo su un lato della seduta del water. È un sistema molto pratico, perché chi lo usa non ha bisogno di girarsi per aprire un rubinetto e regolare la temperatura dell’acqua, deve semplicemente premere un pulsante.
    • Regolazione dell’orientamento del getto d’acqua: tramite appositi comandi elettronici, alcuni bidet permettono di scegliere l’orientamento del getto d’acqua in base alla zona da lavare.
    • Funzione di asciugatura: questa funzione permette all’ugello di soffiare aria calda dopo la pulizia intima in maniera da asciugare la parte del corpo che è appena stata lavata.
Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.