Il salone online dell'architettura e del design

Come scegliere una ringhiera

Le ringhiere, siano esse da interno o da esterno, servono a proteggerci contro il rischio di cadute. Si tratta quindi di un elemento di sicurezza essenziale negli edifici, pubblici e privati, ossia indipendentemente dal fatto che siano adibiti ad uso residenziale o no.

Il materiale di fabbricazione è senza dubbio il principale criterio di scelta di una ringhiera, ma non l’unico fattore da tenere in considerazione. Se le prime ringhiere in ferro battuto appaiono già nel XV secolo, nel XVIII secolo, con la scoperta di nuovi processi industriali, questi modelli vengono progressivamente sostituiti, anche se non completamente, dalle ringhiere in ghisa. Oggi, sebbene ghisa e ferro battuto siano ancora utilizzati nella produzione di ringhiere, i fabbricanti usano con maggior frequenza altri materiali.

Ringhiere: accedi ai prodotti

  • Ringhiere: quale scegliere?

    Per trovare la ringhiera più adatta alle proprie esigenze è importante considerare le opzioni disponibili in termini di materiali e di configurazione. In questa guida all’acquisto troverete informazioni su queste e altre caratteristiche dei numerosi modelli proposti su ArchiExpo e scoprirete tutte le tendenze del settore. Ricordiamo anche che le ringhiere, siano esse ad uso residenziale o no, devono rispettare le norme di sicurezza in vigore. Per finire, al momento di scegliere una ringhiera, oltre all’aspetto funzionale sarà opportuno valutarne anche la dimensione estetica e decorativa.

    • Materiale/i
    • Configurazione
    • Installazione
    • Uso residenziale/non residenziale
    • Altre caratteristiche
    • Nuove tendenze
  • Che materiale scegliere per una ringhiera?

    La maggior parte delle ringhiere sono in metallo, vetro e/o legno. Le caratteristiche specifiche di ognuno di questi materiali sono descritte in dettaglio nelle sezioni sottostanti. Sebbene siano meno comuni, sul mercato esistono anche modelli in altri materiali, ad esempio in pietra, in acrilico e in materiali compositi.

  • Cos'è importante sapere a proposito delle ringhiere metalliche?

    Prima di acquistare una ringhiera metallica è opportuno soppesare i pro e i contro dei vari metalli tra cui è possibile scegliere. Tra tutti, l’acciaio inox e l’alluminio sono quelli più comunemente utilizzati, seguiti dal ferro battuto e dalla ghisa. Buona parte delle ringhiere metalliche vengono installate all’esterno, ad eccezione di quelle in acciaio inox.

    • Acciaio inossidabile: è particolarmente indicato per gli interni perché i fenomeni meteorologici rischiano di opacizzarlo. Ciò nonostante, previa applicazione di un apposito rivestimento resistente alle intemperie, le ringhiere in acciaio inox possono essere installate anche all’esterno. Esistono peraltro diversi tipi di acciaio inossidabile, ciascuno con caratteristiche diverse. L’acciaio inossidabile è uno dei materiali più resistenti alla corrosione.
    • Alluminio: è resistente alla ruggine e alla corrosione, è leggero e ha una buona durata di vita. Conserva il suo aspetto senza peraltro richiedere alcun tipo di manutenzione, ma non si adatta a tutti gli stili architettonici.
    • Acciaio non inossidabile: è un materiale molto pesante, che è opportuno proteggere contro la ruggine grazie ad apposite vernici.
    • Ferro battuto: di grande eleganza, è tra i materiali più resistenti e viene spesso utilizzato in ambienti esterni. È relativamente costoso, ma è possibile optare per il ferro battuto cavo, più leggero ed economico. Essendo un materiale duttile, ossia facile da modellare, permette di creare ringhiere elaborate e dalle forme originali.
    • Ghisa: rappresenta un’alternativa più economica al ferro battuto, di cui ricorda l’aspetto, ma rispetto al quale è meno malleabile e relativamente fragile.
  • Cos'è importante sapere sulle ringhiere in vetro?

    Ringhiera in vetro della marca Treppenmeister

    Essendo trasparenti, le ringhiere in vetro non ostacolano la vista dello spazio circostante ed offrono di conseguenza una piacevole esperienza estetica. I fabbricanti trattano spesso il vetro in maniera da renderlo più resistente. Le ringhiere in vetro sono disponibili sul mercato in diversi colori e possono presentare motivi e incisioni di grande pregio estetico. Oltre al prezzo elevato, lo svantaggio delle ringhiere in vetro è che devono essere pulite frequentemente.

    I pannelli che le costituiscono sono generalmente assemblati insieme a profilati verticali in alluminio. Ricordiamo inoltre che il vetro temperato è molto resistente alle temperature estreme, a differenza del legno, che tende invece a degradarsi.

    Pro: ottimo livello di sicurezza, resiste a temperature estreme
    Contro: può richiedere pulizie frequenti e costose

  • Cos'è importante sapere sulle ringhiere in legno?

    Ringhiera in legno della marca TimberTech

    Nella produzione delle ringhiere in legno vengono utilizzate varie essenze. Pur trattandosi di un’opzione elegante, classica ed economica, il legno, come materiali di fabbricazione, non è proposto da tutti i fabbricanti. Ciò è dovuto, almeno in parte, al fatto che si tratta di un materiale più fragile, che richiede una manutenzione frequente, spesso addirittura di una verniciatura, decorativa o protettiva, con frequenza annuale.

    Le essenze più comunemente usate sono il cipresso, il mogano, il pino, la quercia e l’acero. Si distinguono tra di loro per più aspetti, in particolare per il loro colore caratteristico.

    Pro: aspetto naturale, materiale economico
    Contro: manutenzione frequente, materiale che può deformarsi o marcire

  • Quali sono le configurazioni possibili di una ringhiera?

    Ringhiera a sbarre della marca RINTAL

    Molti produttori mettono al servizio dei loro clienti un software o un’applicazione che consente loro di sperimentare varie configurazioni e di progettare e visualizzare la ringhiera prima di procedere all’acquisto. Sul mercato troverete ringhiere composte da cavi, lamiere perforate o anche da reti metalliche, anche se le più comuni sono sicuramente le ringhiere a sbarre e le ringhiere a pannelli.

    Le ringhiere a pannelli offrono maggiore sicurezza rispetto ai modelli con sbarre verticali e/o orizzontali e trovano per questa ragione ampio impiego negli ambienti che si trovano ad un’altezza maggiore o che sono frequentati da un gran numero di persone. Entrambe le configurazioni sono comunque adatte a scale, balconi, terrazze, mezzanini, piattaforme, ponti, piscine, ecc.

  • Quali sono i diversi tipi di installazione delle ringhiere?

    In base al tipo di installazione le ringhiere possono essere suddivise in ringhiere interne, esterne e con montaggio a parete. Nel primo caso, la ringhiera è fissata ad una superficie verticale piana, come la parte superiore di un balcone o il lato di una scala. Nel secondo, invece, poggia verticalmente direttamente sulla superficie che circoscrive. Per finire, è possibile anche installare le ringhiere fissandole ad entrambi i muri.

    • Fissaggio esterno
    • Fissaggio interno
    • Montaggio a parete
  • Cos'è importante sapere sulle ringhiere ad uso residenziale?

    Le ringhiere residenziali devono rispettare determinate norme. La loro altezza, ad esempio, non sarà necessariamente la stessa a seconda che siano destinate ad un interno o alle parti comuni di un edificio.

  • Cos'è importante sapere sulle ringhiere per spazi aperti al pubblico?

    Negli ambienti destinati a ricevere il pubblico, come gli spazi commerciali, gli alberghi e gli edifici pubblici, le ringhiere devono garantire la sicurezza di un numero molto alto di persone e sono pertanto soggette a norme di sicurezza specifiche. In alcuni casi, inoltre, la loro installazione è obbligatoria, ad esempio su scale, balconi e terrazze.

    Altre domande che è opportuno porsi prima di procedere all’acquisto di una ringhiera sono le seguenti:

    • È possibile adattare la distanza e/o le dimensioni degli elementi strutturali della ringhiera?
    • Sono necessari strumenti specifici per l’installazione della ringhiera che mi interessa?
    • Questo modello esiste in diverse altezze oppure no?
    • È una ringhiera a fissaggio interno, esterno oppure entrambe le configurazioni sono possibili?
    • Qual è la sua vita utile?
  • Quali sono le altre caratteristiche da valutare prima dell'acquisto di una ringhiera?

    Le ringhiere si distinguono tra loro anche per altre caratteristiche che possono orientare la vostra ricerca. Una ringhiera destinata ad uno spazio adibito a ricevere il pubblico, ad esempio, dovrà presentare caratteristiche particolari che non tutte le ringhiere hanno. Anche l’aspetto prettamente estetico può guidarvi nella vostra scelta, ad esempio se siete alla ricerca di una ringhiera con illuminazione integrata oppure di un modello che lasci passare la luce, come nel caso delle ringhiere a pannelli perforati.

  • Quali sono le ultime tendenze?

    Negli ultimi anni l’offerta del mercato si è arricchita di nuovi modelli e stili. Tra i modelli più alla moda troviamo ringhiere con puntelli non più cilindrici ma a sezione quadrata, ringhiere in ferro, ringhiere con pannelli metallici e altre realizzate con cavi e tubi in acciaio inossidabile.

    Per quanto riguarda scale e balconi, oggi la maggior parte degli architetti e degli arredatori d’interni opta per modelli in metallo e vetro. Negli ultimi anni anche l’interesse per le ringhiere realizzate esclusivamente in vetro, ossia senza profili metallici, è cresciuto in maniera decisiva. La trasparenza dei pannelli di vetro permette di dar vita ad ambienti luminosi, che presentano anche il vantaggio di sembrare più spaziosi.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *