Come scegliere una cucina

Per scegliere una cucina che faccia al caso vostro dovrete valutare i vari stili, configurazioni e opzioni proposti sul mercato. Per fare un esempio, potrete scegliere tra ante con o senza maniglie e, qualora preferiate delle ante con maniglie, potrete affinare ulteriormente la vostra scelta optando per una finitura lucida oppure opaca. Molti marchi, inoltre, oltre alle cucine propriamente dette, propongono degli elettrodomestici da incasso compatibili con esse, come piani di cottura a gas, a induzione e in vetroceramica, forni, ma anche friggitrici e cuocipasta.

Tra le cucine esposte su ArchiExpo, tutte fabbricate da produttori rigorosamente selezionati per la qualità dei loro prodotti, troverete un’ampia varietà di modelli e opzioni. La pagina di ricerca di ArchiExpo vi permette inoltre di affinare la ricerca grazie a numerosi filtri (stile, materiali, configurazione, opzioni integrate, ecc).

Cucine: accedi ai prodotti

  • Quali sono i criteri di scelta di una cucina?

    Scegliere una cucina tra le migliaia disponibili sul mercato significa prendere in considerazione diversi fattori:

    • Lo stile, ossia l’estetica della cucina.
    • Eventuali esigenze specifiche, ad esempio il tipo di apparecchiature di cui avete bisogno.
    • I materiali dei mobili, ad esempio della credenza, delle ante, ecc.
    • I colori, al fine di mantenere una certa armonia cromatica.
    • Il tipo di atmosfera che desiderate creare e di utilizzo che intendete fare della vostra cucina, a seconda, cioè, che desideriate creare un spazio in cui socializzare al momento dei pasti o che vi basti disporre di un semplice angolo cottura.
    • La configurazione della cucina, che a sua volta dipenderà, almeno in parte, dall’utilizzo che intendete farne.
    • Il vostro budget.
  • Quali fattori incidono sul prezzo di una cucina?

    Ci sono diversi fattori che incidono sul costo finale di una cucina. Le cucine personalizzate, ad esempio, hanno naturalmente un costo maggiore rispetto a quelle prodotte in serie. Anche i costi di installazione incidono sul costo finale, soprattutto qualora facciate intervenire un professionista. Qui di seguito troverete alcune raccomandazioni che vi aiuteranno a realizzare delle economie:

    • I materiali più apprezzati per i piani di lavoro, come legno, granito, marmo e quarzo, hanno un prezzo più elevato, ma rappresentano un buon investimento a lungo termine, per via della loro resistenza e durata.
    • Gli elettrodomestici di buona qualità hanno una maggiore durata di vita e sul lungo termine permettono quindi di risparmiare tempo e denaro. Pe cominciare, è quindi opportuno scegliere gli elementi essenziali, come il forno, il piano cottura e il frigorifero, optando per apparecchiature affidabili e con una buona efficienza energetica. In un secondo tempo, qualora lo desideriate, e a seconda delle vostre necessità, potrete procedere all’acquisto degli altri piccoli elettrodomestici, ad esempio di una cantinetta per il vino.
  • Quale configurazione per la vostra cucina?

    Cucina della marca GD Arredamenti

    Cucina della marca GD Arredamenti

    In termini di configurazione, o pianta, le cucine si suddividono in cucine standard, o lineari, ad isola, a L, a U, a scomparsa, componibili, compatte e circolari.

    Standard (o lineare)

    È la configurazione più comune, in cui i mobili da cucina sono allineati su un’unica parete. Ideali per appartamenti di piccole dimensioni, queste cucine non occupano molto spazio. Il forno e il piano cottura si trovano di solito accanto al piano di appoggio. Le cucine lineari, tuttavia, offrono generalmente un’area di lavoro abbastanza limitata.

    Ad isola

    Cucina con isola della marca DOCA

    Cucina ad isola della marca DOCA

    Ideale per ambienti di grandi dimensioni, è una cucina particolarmente pratica e spaziosa. Come indicato dal loro nome, a differenza di altri modelli, le cucine con isola sono composte, oltre che dai mobili allineati contro una o più pareti, anche da un isola centrale. Tale isola può fungere da piano di lavoro oppure essere usata per l’installazione del piano di cottura, di un forno e/o di un lavandino. Il piano di lavoro di queste cucine, essendo generalmente spazioso, può essere utilizzato da più persone contemporaneamente. Il lato negativo: l’installazione di una lavastoviglie o di un qualsiasi altro elettrodomestico nell’isola centrale è più laborioso perché implica necessariamente l’allacciamento dell’isola all’impianto idraulico e/o elettrico.

    Cucina a L

    Cucina a L della marca Euromobil

    Cucina a L della marca Euromobil

    I modelli con questa configurazione fanno sì che lo spazio al centro della stanza rimanga libero e consentono quindi alle persone di muovervisi in cucina molto liberamente. Questo spazio potrà essere utilizzato anche per collocarvi un tavolo o un’isola, a seconda delle proprie esigenze e preferenze. I mobili che costituiscono la cucina occupano due pareti contigue e comprendono generalmente un elemento ad angolo che permette di sfruttare al massimo lo spazio.

    A U

    Cucina moderna a U della marca BORA Vertriebs

    Cucina moderna a U della marca BORA Vertriebs

    Le cucine a U sono costituite da una serie di mobili ed elettrodomestici disposti su tre pareti. Per questo motivo offrono molto spazio per preparare i cibi e per sistemare prodotti alimentari, stoviglie, pentole, padelle e altri utensili da cucina. Se la vostra cucina è spaziosa e se avete l’abitudine di trascorrervi molto tempo, questa è probabilmente la configurazione che fa al caso vostro.

    A scomparsa

    Cucina a scomparsa della marca GAMADECOR - PORCELANOSA Grupo

    Cucina a scomparsa della marca GAMADECOR – PORCELANOSA Grupo

    Le cucine a scomparsa permettono di nascondere alla vista alcuni elementi della cucina stessa. Per questa ragione sono particolarmente adatte, dal punto di vista estetico, alle case e agli appartamenti dallo stile moderno e minimalista. Rappresentano inoltre una soluzione ideale per gli appartamenti di piccole dimensioni. L’utilizzatore, infatti, estrae gli elementi dal loro alloggiamento solo nel momento in cui ne ha bisogno, e questi, di conseguenza, non occupano spazio in maniera permanente. Grazie ad un sistema di mobili scorrevoli, infatti, le cucine a scomparsa permettono di nascondere alla vista la lavastoviglie, il forno, il frigorifero, ecc. Inoltre, i modelli a scomparsa possono avere diverse configurazioni (a U, a L, ecc.) o essere solo parzialmente a scomparsa.

    Cucina componibile

    Cucina componibile della marca MAAMI HOME

    Cucina componibile della marca MAAMI HOME

    Oggi la grande maggioranza delle cucine proposte sul mercato sono componibili, ovvero possono essere progettate combinando diversi moduli di diverse dimensioni, siano essi cassettiere, credenze, scaffali, ripiani e cassetti, di cui potrete scegliere sia il numero che il tipo in funzione delle vostre esigenze, dei vostri gusti e dello spazio disponibile. Un grande vantaggio delle cucine componibili, o modulari, è che, qualora un modulo si rovini, può essere facilmente sostituito. Inoltre, essendo solitamente di dimensioni standard, i moduli di sostituzione possono essere acquistati online.

    Cucina compatta

    Cucina compatta della marca TM Italia

    Cucina compatta della marca TM Italia

    Conosciuti anche come cucinini, le cucine compatte sono ideali per spazi di piccole dimensioni perché, nonostante la loro compattezza, comprendono tutti gli elementi essenziali di una cucina, vale a dire una lavastoviglie, un piano cottura e un forno, un frigorifero e alcuni mobili. Alcuni modelli, inoltre, possono addirittura essere trasportati da un ambiente all’altro ed essere utilizzati anche all’aperto. Altri ancora sono prodotti e venduti come kit pronti all’uso. Si tratta di una soluzione pratica ed economica, ma presenta un inconveniente: alcune cucine compatte non sono componibili, nel qual caso non sarà possibile sostituire un elemento qualora sia danneggiato.

    Cucina circolare

    Cucina circolare della marca Ar-Tre

    Cucina circolare della marca Ar-Tre

    Le cucine a pianta circolare sono piuttosto insolite e possono avere diverse configurazioni. Alcune sono composte da un piano di lavoro rotondo o ovale, che in certi modelli continua fino alla parete. Non essendo una configurazione standard, tuttavia, le cucina a pianta circolare richiedono una pianificazione meticolosa e spesso vengono realizzate su misura. Questo, per ovvie ragioni, incide notevolmente sul loro prezzo.

  • Quali materiali scegliere per la vostra cucina?

    I materiali utilizzati nella produzione di mobili da cucina sono numerosi. Il legno e il metallo sono quelli che trovano maggiore impiego nella realizzazione dei piani di lavoro e dei mobili propriamente detti. Anche le ante in vetro riscuotono sempre maggior successo presso i consumatori, così come i piani di lavoro in pietra, e soprattutto quelli in marmo, quarzo, pietra naturale, ardesia e granito, che conquistano un pubblico sempre più ampio di utilizzatori per la loro eleganza e per la loro lunga durata di vita. Tra le nuove tendenze, in particolare, è il quarzo ad occupare un posto di rilievo. I mobili da cucina più economici, tuttavia, rimangono quelli in resina acrilica e quelli in legno. Per finire, è possibile scegliere anche altri materiali, come laminato, melamina, gres porcellanato, HPL, ceramica, porcellana, linoleum, vetro, calcestruzzo e materiali compositi. Oltre alla pietra, altre materie prime naturali che stanno tornando in auge sono la juta e il legno, che sono apprezzate per il loro aspetto naturale e organico e sono peraltro adatte a qualsiasi tipo di ambiente. In voga sono anche il marmo, le pietre minerali e le resine minerali come il Corian® e il Fenix NTM®.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *