Come scegliere un lavabo

Per scegliere un lavabo adatto alle proprie esigenze, il primo fattore da valutare è sicuramente la configurazione del lavabo stesso. Per prima cosa, quindi, dovrete operare una scelta tra lavabo singolo, doppio e multiplo. La decisione in merito dipenderà dal numero di persone che lo utilizzeranno e dall’ambiente, privato o no, in cui verrà installato. Un altro criterio di scelta fondamentale è sicuramente il tipo di installazione. A seconda della loro installazione, infatti, i lavabo possono essere suddivisi in 5 categorie: lavabo da appoggio, sospesi, da terra, da incasso e a consolle.

Per quanto riguarda i materiali di fabbricazione, la scelta dipenderà, oltre che dalle caratteristiche del materiale stesso, anche dallo stile del vostro bagno, a seconda cioè che sia in stile moderno, rustico o classico. Tra i materiali più frequentemente proposti dai fabbricanti, citiamo la ceramica, la pietra, il metallo, il vetro e la plastica.

ArchiExpo vi aiuta nella vostra ricerca grazie ad appositi filtri che vi permettono, tra le altre cose, di selezionare la lunghezza e la larghezza del modello che state cercando. Il nostro sito vi propone sia lavabo ad uso residenziale che professionale, nonché modelli con caratteristiche e accessori specifici, come specchi, piani di lavoro, portasciugamani, mensole e/o cassettiere integrati.

Lavabo: accedi ai prodotti

  • Come scegliere tra i diversi tipi di lavabo?

    Lavabo doppio della marca Inda

    Lavabo doppio della marca Inda

    In termini di configurazione, i lavabo ad uso domestico si dividono in tre gruppi principali: lavabo semplici, doppi e multipli. Per gli spazi più piccoli, come ad esempio i monolocali, un lavabo semplice, ossia composto da una sola vasca, è generalmente la soluzione ideale. Per gli ambienti professionali, generalmente più spaziosi, e per gli spazi più affollati, invece, è consigliabile optare per un lavabo doppio o multiplo.

    Naturalmente, anche lo stile del lavabo è un criterio di scelta d’importanza decisiva. Per quanto riguarda l’installazione, per coloro che desiderano realizzarla senza ricorrere ad un idraulico, è opportuno sapere che esistono sul mercato modelli più facili da installare. Ricordiamo tuttavia che, sebbene l’installazione dei lavabo doppi o multipli sia più laboriosa e richieda più tempo, molti marchi oggi offrono gratuitamente un servizio di installazione.

    Per quanto riguarda i lavabo semplici, presentano due vantaggi principali: occupano meno spazio in bagno e la loro installazione è meno laboriosa. L’inconveniente è invece che una sola persona potrà lavarsi alla volta, laddove un lavabo doppio permette a due persone di farlo contemporaneamente.

    Il doppio lavabo è invece una soluzione di particolare interesse per coppie e famiglie, ma per ovvie ragioni occupa più spazio.

    Il lavabo multiplo, per finire, è la soluzione ideale per le aziende, i cui i servizi igienici sono utilizzati frequentemente e da più persone. Il loro vantaggio principale è che più persone possono lavarsi allo stesso tempo. La loro pulizia, tuttavia, richiederà più tempo.

    Una volta identificato il tipo di lavabo che più fa al caso vostro, potrete scegliere tra 5 tipi di installazione:

    Da appoggio

    Il lavabo da appoggio viene collocato su un piano, detto anche top, o un mobile. Questo tipo di installazione è abbastanza semplice da realizzare ed è particolarmente adatto per i lavabi singoli e doppi. I lavabi da appoggio mettono in valore non solo i bagni moderni e contemporanei, ma anche gli interni d’epoca.

    Lavabo sospeso della marca SIMAS ACQUA SPACE

    Lavabo sospeso

    Il lavabo sospeso è sicuramente uno dei più comuni. Il tempo di installazione varia a seconda del materiale delle pareti e del tipo di elementi di fissaggio utilizzati. Non essendo necessario acquistare e installare un mobile o un piano che supporti il lavabo, questo tipo di installazione è più economica.

    Da terra

    Conosciuto anche come lavabo a colonna o lavabo frestanding (autoportante), i modelli da terra sono semplici e lineari. I lavabi da terra sono strutture a se stanti, ovvero che non poggiano su un mobile o un piano di lavoro. Per questa stessa ragione è semplice installarli in qualsiasi tipo di ambiente, sia esso grande o piccolo.

    Lavabo da incasso della marca Planit

    Da incasso

    Il lavabo da incasso è, come suggerisce chiaramente il suo nome, incassato nel piano di lavoro. Questo tipo di installazione, molto estetica, dà un’impressione di continuità tra lavabo, rubinetteria e piano.

    Lavabo a consolle in ceramica della marca RAK

    A consolle

    I lavabo a consolle sono particolarmente indicati per le case e gli appartamenti in stile classico o vintage. Nonostante abbiano trovato largo impiego negli anni Venti nei bagni e nelle toilette di appartamenti e ristoranti, oggi è raro incontrarne sia nei bar e ristoranti che nelle case. I lavabo a consolle possono essere sostenuti da 1, 2 o 4 piedi, in legno o acciaio, e possono essere composti da una o due vasche. Trattandosi di lavabo abbastanza rari sul mercato, il loro prezzo è spesso elevato. Coloro che sono alla ricerca di questo tipo di sanitari si rivolgono spesso ai mercatini dell’usato dove è possibile trovare lavabo di questo tipo ad un prezzo, però, spesso piuttosto alto.

  • Quale materiale scegliere per il proprio lavabo?

    Scegliere il materiale giusto per il proprio lavabo è importante perché da esso dipenderà l’aspetto e in parte lo stile del bagno. Finitura, colore e tipo di superficie al tatto sono altri criteri di scelta importanti e altrettante opzioni di ricerca che ArchiExpo mette a vostra disposizione sotto forma di filtri.

    Il materiale più comunemente usato per i lavabi è la ceramica. Molti produttori offrono lavabi in ceramica che sono il frutto di processi di lavorazione speciali e rispettosi dell’ambiente. Marchi come Villeroy & Boch, ad esempio, ricorrono alla tecnologia CeramicPlus per fabbricare dei lavabi ricoperti da uno speciale rivestimento che li protegge e ne facilita la pulizia. L’acqua, infatti, scorre sul rivestimento senza lasciare alcun tipo di residuo. La superficie CeramicPlus è facile da pulire e resistente ai detergenti.

     

    Lavabo su piano di lavoro in pietra della marca GD ArredamentiLa pietra è un altro materiale di tendenza per la realizzazione dei lavabi, e, tra i vari tipi di pietra, il marmo è sicuramente quello che gode di maggior lustro. Uno dei principali inconvenienti dei lavabo in pietra, e specialmente di quelli in marmo, è il loro prezzo, relativamente alto rispetto a quello dei modelli in ceramica. La pietra, però, presenta diversi vantaggi, come una lunga durata di vita e un indiscutibile pregio estetico.

    Lavabo sospeso in acciaio inox della marca Componendo

    Il metallo, e in particolare l’acciaio inossidabile, sono materiali utilizzati spesso per i lavabo multipli che trovano impiego negli esercizi commerciali e in ambito industriale. Tra i vantaggi di questo tipo di materiale ci sono il basso costo e il fatto di essere facile da pulire. L’installazione dei lavabo in metallo, inoltre, è particolarmente semplice.

    Lavabo in vetro della marca VETRO DESIGNI lavabo in vetro, dal canto loro, godono di un crescente successo perché si integrano perfettamente nei bagni minimalisti e moderni. Poiché il vetro è un materiale facile da modellare, inoltre, i produttori sono in grado di proporre modelli dalle forme particolarmente originali e irregolari. La fascia di prezzo di questo tipo di lavabo varia a seconda del tipo di vetro utilizzato. A differenza dei modelli in acciaio o in ceramica, quelli in vetro non si macchiano né si graffiano facilmente. Un fattore da prendere in considerazione per scegliere un lavabo in vetro è il suo punto di rottura. A seconda dello spessore del vetro, infatti, questo potrà rompersi più o meno facilmente se esposto ad uno shock termico di una certa intensità. Piccoli incidenti, come, ad esempio, un oggetto pesante lasciato cadere accidentalmente, possono causarne la fessurazione o la spaccatura.

     

     

     

     La plastica e la resina acrilica, per finire, sono materiali che molti clienti scelgono per il loro basso costo e per la loro durata. La loro popolarità,  tuttavia, è diminuita recentemente, proprio perché negli ultimi anni è emersa la tendenza verso materiali più naturali ed ecologici. La plastica, inoltre, se da un lato è il materiale più economico per la realizzazione dei lavabo, dall’altro si graffia più facilmente rispetto alla ceramica, al legno e al vetro.

  • Quali sono gli altri criteri di scelta?

    Oltre allo stile del lavabo, che potrà essere moderno, classico, rustico, vintage o industriale, sarà necessario scegliere tra le diverse forme proposte sul mercato. I produttori, infatti, fabbricano modelli di svariate forme: rettangolari, rotondi, ovali, quadrati, ottagonali, semicircolari e triangolari. La maggior parte dei lavabi presenti sul mercato si adatta a tutti i bagni moderni, indipendentemente dalla loro forma, e i modelli più alla moda possono aggiungere un tocco di modernità a un bagno più classico, conferendogli maggiore carattere.

    La scelta di un lavabo dipenderà naturalmente anche dallo spazio disponibile e dal gusto personale. In termini di posizione, inoltre, il tipo di installazione verrà scelto in base aalla posizione delle tubature già esistenti. Prima di scegliere un modello, di conseguenza, sarà necessario misurare lo spazio dove verrà installato e valutarne attentamente l’altezza, la larghezza e la profondità, in modo che l’acqua possa defluire agevolmente e che, allo stesso tempo, non schizzi fuori dal lavabo.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *