Come scegliere una porta d’ingresso

La porta d’ingresso, detta anche porta esterna o, nel caso delle palazzine e dei condomini, portone, è un elemento architettonico importante in qualsiasi costruzione, e non solo in termini di estetica. Essendo la sicurezza un aspetto fondamentale di un edificio, la porta d’ingresso dovrà essere realizzata con materiali di qualità ed essere dotata una serratura robusta per resistere a possibili tentativi di effrazione.

Questa guida si concentra principalmente sulla scelta delle porte d’ingresso per edifici residenziali, in particolare per condomini, appartamenti e case unifamiliari, ma comprende anche una sezione dedicata ai portoni di edifici pubblici e commerciali

Porte di ingresso: vedi i prodotti

  • Porte di ingresso: quale scegliere

    La scelta di una porta di ingresso (o di un portone) è di fondamentale importanza per qualsiasi tipo di edificio. Per aiutarvi a scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze, in questa guida analizziamo i principali criteri da prendere in considerazione, come i materiali, la presenza o assenza di inserti vetrati, la sicurezza, le caratteristiche tecniche e lo stile.

    • Materiali di fabbricazione
    • Presenza/assenza di una superficie vetrata
    • Sicurezza
    • Caratteristiche tecniche
    • Stile
  • Qual è il materiale migliore per una porta d'ingresso?

    La maggior parte delle porte d’ingresso sono in legno massiccio, PVC o metallo. Qui di seguito indichiamo i principali vantaggi e svantaggi di ciascuno di questi materiali.

    Le porte in legno massiccio si distinguono per la loro naturale bellezza, robustezza e longevità, e vengono spesso scelte per gli edifici storici e d’epoca. Tuttavia, richiedono generalmente più manutenzione rispetto alle porte realizzate in altri materiali perché, a causa delle variazioni di temperatura e umidità, tendono a gonfiarsi e a restringersi, e quindi a rovinarsi. Per mantenerle in buone condizioni sarà necessario carteggiare il legno e riverniciarlo periodicamente. L’aspetto (venature e colore) e le caratteristiche tecniche del legno, come la densità, la resistenza agli agenti atmosferici e le prestazioni termiche, variano a seconda del tipo e della qualità del legno scelto.

    Le porte in PVC richiedono poca manutenzione e hanno un buon livello di isolamento termico oltre che una buona resistenza agli agenti atmosferici e alle temperature estreme. Sono disponibili in un’ampia varietà di colori, stili e finiture, tra cui alcune che imitano l’aspetto del legno. Tuttavia, sono generalmente meno robuste e meno sicure delle porte in metallo e possono essere più facilmente sfondate o danneggiate.

    Le porte in fibra di vetro (GFRP) hanno molti dei vantaggi delle porte in PVC, rispetto alle quali sono però più robuste.

    Le porte in metallo offrono un’elevata resistenza ai tentativi di effrazione e sono la soluzione ideale per gli ingressi che richiedono condizioni di sicurezza elevate e poca manutenzione. Molte porte metalliche hanno al loro interno un’anima in schiuma che migliora l’isolamento acustico e termico.

    • Le porte in acciaio, sebbene più solide di quelle in alluminio, sono soggette a corrosione, il che le rende meno adatte alle zone costiere o in cui l’inquinamento atmosferico è elevato. Alcune porte in acciaio, tuttavia, hanno finiture particolari: è il caso, ad esempio, delle porte verniciate a polvere o zincate a caldo, che sono più resistenti, anche alla corrosione.
    • Le porte in alluminio sono resistenti alla corrosione e rappresentano un’alternativa a bassa manutenzione rispetto alle porte in acciaio.

    Alcuni produttori combinano diversi materiali per produrre porte dalle buone prestazioni e esteticamente pregevoli. Ne sono un esempio le porte in acciaio con impiallacciatura in legno, che combinano la sicurezza del metallo con l’effetto visivo del legno.

    Porta di ingresso in legno massiccio OIKOS

    Porta di ingresso in legno massiccio OIKOS

    Porta di ingresso in alluminio HEROAL

    Porta di ingresso in alluminio HEROAL

    Porta di ingresso in composito JOSKO

    Porta di ingresso in composito JOSKO

  • Porta d'ingresso: con o senza pannelli di vetro?

    In una porta la presenza di una superficie vetrata ha come principali vantaggi il passaggio della luce naturale e la visibilità che il vetro offre sull’esterno. La possibilità di vedere la persona che si trova all’esterno prima che le venga aperto è una fattore di sicurezza non trascurabile, in particolare qualora la porta sia installata in una zona di grande circolazione, ad esempio nell’ingresso di un condominio.

    Le porte in vetro, o porte vetrate, sono più adatte per gli ingressi degli edifici residenziali che per gli appartamenti e le abitazioni unifamiliari, in quanto offrono meno privacy e meno protezione contro l’effrazione. Inoltre, riparare o sostituire una porta in vetro è piuttosto costoso. Qualora decidiate di optare per una porta di ingresso interamente in vetro, sarà d’obbligo prestare grande attenzione alle caratteristiche tecniche della stessa, in particolare in termini di prestazioni termiche e acustiche. Assicuratevi inoltre che la porta di cui state valutando l’acquisto soddisfi i requisiti di sicurezza imposti dalle normative vigenti, che a volte rendono obbligatori, ad esempio, i vetri stratificati o quelli temprati con certificazione di sicurezza. Si noti che anche il materiale del telaio della porta incide sulle prestazioni complessive e sulla durata di vita della stessa.

    Le porte con pannelli di vetro, o semivetrate, non sono interamente in vetro. Vengono scelte frequentemente per gli ingressi delle case e degli appartamenti che danno sull’esterno, in quanto offrono un buon compromesso tra privacy, estetica e luce naturale.

    Le porte senza vetri sono più comuni, invece, come porte per gli appartamenti che danno su un corridoio interno e per gli ingressi degli edifici che richiedono un alto livello di sicurezza o di privacy.

    Porta semivetrata COCIF

    Porta semivetrata COCIF

    Porta di ingresso BSD senza vetri

    Porta di ingresso BSD senza vetri

    Porta di ingresso vetrata Di.Bi.

    Porta di ingresso vetrata Di.Bi.

  • Quali sono le opzioni di sicurezza per le porte d'ingresso?

    La serratura e i materiali di fabbricazione della porta incidono notevolmente sul livello di sicurezza della stessa e, per estensione, dell’appartamento, casa o edificio. Rispetto alle tradizionali serrature monopunto, le serrature multipunto offrono maggiore protezione contro le effrazioni. Sul mercato, inoltre, vengono proposte porte esterne con serrature multipunto integrate.

    Le porte blindate, o porte di sicurezza, possono includere sistemi di chiusura avanzati, cerniere di sicurezza, un’anima in metallo, o altre caratteristiche costruttive che le rendono più resistenti allo scasso. Negli edifici pubblici, invece, l’uso di serrature elettroniche e di sistemi elettronici di controllo degli accessi impedisce l’ingresso delle persone che non sono autorizzate ad entrare e facilita al contempo l’accesso all’edificio da parte di chi dispone dell’apposito pass. La scelta tra dispositivi quali citofoni, videocitofoni e chiavi elettroniche, invece, dipenderà essenzialmente dalle dimensioni dell’edificio, dal numero di utilizzatori e dal budget.

  • Quali sono le caratteristiche tecniche più importanti delle porte d'ingresso?

    Le certificazioni e i requisiti tecnici della porta d’ingresso andranno scelti in base alle normative vigenti, al clima della regione e al tipo di edificio. Tra le caratteristiche tecniche che vengono certificate con maggiore frequenza, vi sono le prestazioni termiche e acustiche nonché la resistenza agli agenti atmosferici e al fuoco.

    Gli indicatori di prestazione termica più comunemente usati sono il valore U e il valore R. Il valore U, o coefficiente di trasmissione termica, indica la perdita di calore della porta ed è calcolato in W/m²(K). Più basso è il valore U, migliore sarà l’isolamento termico della porta. Il valore R misura invece la resistenza termica della porta: maggiore è il valore R della porta, maggiore sarà la sua resistenza termica.

    Le prestazioni acustiche di una porta sono generalmente espresse dall’indice di riduzione del suono (Rw) o, negli USA, dalla classe di trasmissione del suono (STC). Le porte acustiche fonoisolanti, ad esempio, presentano un valore Rw o STC più elevato.

    Le porte tagliafuoco, invece, sono spesso classificate in base alla loro resistenza alle fiamme, che viene espressa in minuti tramite sigle come, ad esempio, FS20, FS30 e FS60.

    Esistono inoltre porte d’ingresso con altre caratteristiche specifiche. È il caso, ad esempio, delle porte antideflagranti, che sono destinate a determinati impianti industriali, alle porte antiproiettile, riservate agli edifici ad alta sicurezza, e alle porte anti-uragano, che verranno installate, come lo dice il nome, in zone esposte a condizioni atmosferiche estreme.

  • Quale stile scegliere per una porta d'ingresso?

    Nella scelta dello stile di una porta d’ingresso sarà opportuno tenere conto delle caratteristiche architettoniche dell’edificio e dell’ambiente circostante e verificare che la porta in questione sia conforme al piano regolatore locale. Le porte di edifici storici o semplicemente visibili dalla strada, ad esempio, spesso devono rispettare determinati criteri in termini di dimensioni, materiali e colori.

    Occorre inoltre tenere conto delle proporzioni dei vari elementi architettonici e, qualora vi sia un vano preesistente in cui la porta verrà installata, delle dimensioni di tale vano. Un vano molto grande, ad esempio, potrà ospitare anche una porta doppia, con ante simmetriche o asimmetriche, che renderà molto più facile il passaggio, ad esempio, dei mobili di grandi dimensioni. Per quanto riguarda l’estetica, è opportuno ricordare che esiste una grande varietà di porte in stile moderno e minimalista, ma che anche quelle più tradizionali continuano ad essere in voga. La disposizione e l’alternanza dei pannelli di legno e/o di vetro, qualora ve ne siano, è un altro criterio di scelta importante, in quanto permette di ottenere un equilibrio perfetto tra stile e privacy e di creare un ambiente accogliente e luminoso.

    Per i budget più modesti, naturalmente, esistono anche porte con dimensioni standard. Tuttavia, se siete alla ricerca di una porta con determinati requisiti di sicurezza e che abbia al contempo un’estetica e prestazioni di un certo tipo, sarete probabilmente costretti a investire nell’acquisto di una porta su misura.

  • Come scegliere le porte d'ingresso per gli edifici pubblici e commerciali?

    Le porte d’ingresso per edifici pubblici e commerciali devono, in generale, rispettare standard più severi rispetto alle porte per edifici residenziali. Tra i criteri da prendere in considerazione nella scelta di queste porte ci sono le dimensioni e la funzione dell’edificio, la sua capienza, il flusso di persone che transiteranno, gli standard tecnici da rispettare in fatto di accessibilità per le persone a mobilità ridotta, il livello di sicurezza desiderato e, per finire, lo stile della facciata dell’edificio.

    Le porte più comunemente usate negli edifici pubblici e residenziali sono le porte automatiche, siano esse scorrevoli e realizzate in vetro, a battente con dispositivo di apertura automatica o girevoli. Le porte scorrevoli automatiche, ad esempio, garantiscono un accesso rapido e fluido, mentre quelle girevoli aiutano a regolare il flusso di persone e contribuiscono a mantenere costante la temperatura degli ambienti climatizzati. Per rispondere a ogni tipo di esigenza, sia in termini di numero di visitatori che di condizioni meteorologiche, in alcuni edifici a traffico intenso vengono installate porte di entrambi i tipi.

    Le porte interamente in vetro, invece, vengono scelte soprattutto per due motivi pratici, ossia per garantire maggiore visibilità e per attirare eventuali visitatori e potenziali clienti. Le porte in vetro presentano anche vantaggi prettamente estetici, in quanto si fondono facilmente con la maggior parte degli stili architettonici. Per motivi di sicurezza la qualità del vetro dovrà, nella maggior parte dei casi, soddisfare requisiti specifici, come un’elevata resistenza agli urti, agli atti vandalici o, in certi casi, ai proiettili.

    Porta d'ingresso scorrevole automatica PORTALP

    Porta d’ingresso scorrevole automatica PORTALP

    Porta girevole DORMAKABA

    Porta girevole DORMAKABA

    Porta di ingresso a battente PROFILS SYSTEMES

    Porta di ingresso a battente PROFILS SYSTEMES

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.