Come scegliere una credenza

Stai cercando una credenza per la tua casa? Oppure ne cerchi una per realizzare il progetto di arredo di un tuo cliente? In un caso come nell’altro, lo stile del mobile sarà il criterio di scelta principale… ma non l’unico. Che sia in stile scandinavo, industriale, vintage o moderna, la credenza dovrà abbinarsi al resto dell’arredamento, essere funzionale ai bisogni dell’utilizzatore e adatta allo spazio in cui verrà collocata.

Credenze: vedi i proditti

  • Credenza: quale scegliere

    Oggi il mercato offre un numero pressoché infinito di credenze di ogni tipo. Per aiutarti a scegliere il modello più adatto alle tue esigenze —sia che tu lo stia cercando nell’ambito di un progetto professionale o personale —abbiamo preparato la guida che stai leggendo. In essa ti presentiamo le principali opzioni disponibili in termini di stoccaggio (dimensioni della credenza, numero di ripiani, vani aperti, ante e/o cassetti), tipo e configurazione (credenza bassa o alta, a muro o a pavimento), stile, materiali, tendenze, ecc. Naturalmente anche il prezzo è un criterio di scelta di grande importanza e dipenderà, in particolare, dalla marca, dalle materie prime, dal tipo di finitura e dal metodo di fabbricazione.

    • Tipo/Configurazione
    • Stili
    • Materiali
    • Uso previsto
    • Ultime tendenze e opzioni
  • Credenza alta o bassa?

    Credenza bassa DALL’AGNES

    Credenza bassa DALL’AGNES

    Le credenze basse hanno due vantaggi principali: in primo luogo, tutti i loro scomparti sono facili da raggiungere e, in secondo luogo, gli oggetti, decorativi o no, che appoggeremo sulla credenza saranno a portata di mano. Le credenze a pavimento sono ovviamente più facili da installare di quelle a muro, che però riscuotono grande successo presso gli appassionati di arredamento minimalista. Le credenze da pavimento, per finire, offrono un vantaggio supplementare, in quanto possono essere usate per dividere uno spazio e creare due ambienti all’interno di una stessa stanza, senza bisogno di pareti fisse.

    Credenza alta TEMA HOME

    Le credenze alte, invece, sono per ovvi motivi più spaziose e capienti e, poiché comportano più scomparti, offrono anche maggiori possibilità di personalizzazione. Chi preferisce le credenze alte, e a maggior ragione chi opterà per una credenza su misura, avrà maggiore scelta in termini di numero di cassetti e di ante. I modelli alti, inoltre, sono ideali per riporvi stoviglie, tovaglie, posate e altri oggetti di uso quotidiano. Alcune credenze alte possono essere equiparate a veri e propri armadi, altre ancora presentano un piano di lavoro che potrà essere utilizzato per la preparazione del cibo.

    La scelta tra credenza alta e bassa dipenderà dalle nostre priorità: la prima potrà contenere più oggetti, mentre la seconda permetterà di mettere in vista e di tenere a portata di mano soprammobili e altri oggetti di uso frequente, nonché di accedere facilmente ai vari ripiani della credenza stessa. Una credenza bassa, per finire, ingombrerà meno la stanza, che avrà di conseguenza un aspetto più ordinato e arioso.

  • Cosa è importante sapere sulle credenze su piedi alti?

    Da un punto di vista pratico, le credenze con piedi alti agevolano la pulizia sotto la credenza stessa. La loro linea elegante non mancherà di attirare l’attenzione.

  • Cos’è importante sapere sulle credenze a muro?

    Credenza murale MD HOUSE

    Credenza murale MD HOUSE

    Come indicato dal loro nome, le credenze a muro, o credenze murali, devono essere fissate ad una parete e la loro installazione, di conseguenza, è più complicata. L’assenza di piedi, tuttavia, si traduce in un design dalle linee sobrie, ideale per una casa in stile minimalista o per uno studio. Le credenze a muro presentano anche il vantaggio di potere essere pulite sotto. Da notare che alcune credenze murali richiedono sistemi di fissaggio specifici, che varieranno a seconda del peso del mobile e del tipo di muro. In altri casi, invece, sarà possibile utilizzare appositi binari di sospensione o sistemi speciali che facilitano il fissaggio al muro e permettono allo stesso tempo di distribuire meglio il peso della credenza.

  • Quali sono i diversi stili di credenze?

    Credenza in design scandinavo BOLIA

    Credenza in design scandinavo BOLIA

    Legno laccato o grezzo, bianco o in colori vivaci… Oggi le credenze sono disponibili in una grande varietà di stili e materiali. Una credenza bassa in stile scandinavo, con gambe e un design dalle linee semplici, si integrerà perfettamente in un arredamento retrò. Chi ama l’atmosfera “industrial” di certi loft, potrà orientarsi invece verso una credenza in legno grezzo e metallo, che darà carattere all’ambiente. Le credenze di questo tipo hanno spesso molti ripiani e cassetti con maniglie vintage, che evocano i vecchi mobili da officina.

    Credenza design originale HORM

    Credenza design HORM

    Che sia per una sala da pranzo, una cucina, un ufficio o semplicemente per un ingresso, lo stile della credenza potrà ricordare lo stile del resto dell’arredamento oppure, al contrario, distinguersi per un design particolarmente originale. Non esiteremo peraltro a scegliere mobili di diversa altezza per dare un tocco di originalità alla stanza.

    ArchiExpo propone un’ampia gamma di stili, che vanno da quello moderno a quello classico passando per lo stile industriale, così come credenze prettamente funzionali e altre dal design particolarmente sorprendente, che trasformeranno l’ambiente in cui verranno collocate.

  • In quali materiali vengono realizzate le credenze?

    Credenza in legno IL PEZZO MANCANTE

    Credenza in legno IL PEZZO MANCANTE

    La maggior parte delle credenze viene construita in legno massiccio, materiali a base di legnometallo.

    Il legno massiccio seduce per la sua bellezza naturale e le variazioni delle sue venature, nonché per la sua longevità, la diversità dei toni e delle finiture. In generale, i mobili in legno massiccio non solo invecchiano bene, ma possono essere restaurati. Se hanno linee semplici, in particolare, potranno essere facilmente carteggiati, e alla carteggiatura seguirà l’applicazione di un prodotto di finitura. Il restauro di credenze dalla superficie più elaborata, invece, può rendere necessario l’intervento di un professionista.

    Oggi, però, molte credenze vengono costruite non più in legno massiccio, ma in prodotti derivati del legno, come MDF e truciolato, materiali su cui vengono poi applicati dei rivestimenti che permettono di ottenere una grande varietà di finiture e colori. Tra questi materiali i più comunemente usati sono il legno impiallacciato, il laminato (per esempio, la melamina) e, come rivestimento, la lacca. La durata di vita di una credenza di questo tipo dipenderà dal tipo di materiale usato e dal rivestimento. Le credenze in laminato hanno generalmente prezzi accessibili e sono proposte sul mercato in una vasta gamma di finiture, che talvolta imitano l’aspetto di materiali nobili, come il marmo e il legno. Tuttavia, col tempo, questi mobili hanno tendenza a scheggiarsi e a rovinarsi. Il compensato, dal canto suo, combina l’aspetto naturale del legno ai vantaggi dei suoi derivati.

    Le credenze in metallo, invece, tendono ad essere molto più leggere e hanno una vasta gamma di colori e rivestimenti. Meno comuni ancora sono le credenze con struttura e/o pannelli di vetro, in materiali plastici, come il plexiglas, e in materiali compositi. Il vetro è usato soprattutto per la realizzazione delle ante delle credenze nonché di alcuni ripiani, ma esistono modelli realizzati interamente in vetro, usati principalmente a scopo espositivo.

    Molti altri materiali trovano impiego nella costruzione non della credenza in sé, ma di alcuni elementi della stessa, come le ante o il ripiano superiore, e questo per dare un tocco originale al mobile. Alcune credenze si distinguono, ad esempio, per un forte contrasto di finiture e materiali, o per avere intarsi in pietra o metallo o rivestimenti in pelle. Il piano in marmo, ad esempio, con le sue venature naturali, è un elemento classico di molte credenze. I mobili che comportano degli elementi in marmo saranno generalmente più costosi, ma non mancheranno di dare un tocco di lusso ed eleganza alla stanza.

    La pelle, invece, è apprezzata per il suo aspetto più “caldo” e viene usata sia come rivestimento delle ante che in certi elementi prettamente decorativi. Le credenze con cassetti semitrasparenti, che lasciano intravedere l’interno, sono una delle ultime tendenze in fatto di credenze e hanno riscosso molto successo nelle fiere di settore. Per finire, le credenze in materiali riciclati rappresentano alternative più sostenibili e, spesso, si tratta di pezzi unici.

  • Cosa possiamo sistemare in una credenza?

    Tradizionalmente, le credenze vengono utilizzate per sistemarvi piatti, bicchieri, posate e altre stoviglie e oggetti legati alla preparazione e al consumo dei pasti, ma nulla ci impedisce di usarle per sistemare tovaglie, documenti o apparecchiature elettroniche. Come tutti sappiamo, i cassetti sono la soluzione ideale per custodire le posate, mentre gli scomparti con ante si prestano a contenere oggetti più grandi, come bicchieri e piatti. Per scegliere la configurazione più adatta alle nostre esigenze, dovremo riflettere in primo luogo a ciò che abbiamo intenzione di sistemare nella credenza stessa e, su questa base, decidere il numero e le dimensioni dei cassetti, dei ripiani e degli scomparti con ante.

  • Quali sono le nuove tendenze in fatto di credenze?

    Le aziende che producono credenze stanno adattando la loro produzione all’evoluzione degli spazi abitativi, sempre più spesso modulari e multifunzionali. Le credenze di ultima generazione offrono nuove funzionalità in termini di stoccaggio, mobilità e tecnologia.

    Credenza da giardino WEISHÄUPL

    Le credenze su misura rappresentano la soluzione migliore per soddisfare esigenze specifiche sia in termini di uso che di spazio. La versatilità è invece il punto di forza delle credenze modulari, in cui la disposizione degli elementi che le compongono può essere cambiata all’infinito. Sul mercato troviamo inoltre credenze con sedute integrate e altre che, essendo dotate di rotelle, possono essere spostate e utilizzate in diverse aree della casa.

    Alcune credenze, progettate per accogliere apparecchiature multimediali, sono dotate, a seconda del modello, di un vano TV, nonché di scomparti per stereo e altoparlanti, e presentano altre funzionalità, come Bluetooth, dock station per iPhone e iPod e uscite USB. Altre credenze ancora sono dotate di apposite aperture per il passaggio dei cavi, mentre in altre sarà necessario praticare dei fori.

    Per finire, esistono anche delle credenze da giardino, costruite in materiali resistenti alle intemperie, come l’alluminio laccato o il teak.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *