Il salone online dell'architettura e del design

Come scegliere un letto

Gli esseri umani passano un terzo della loro vita a letto. Volendo utilizzare una metafora, potremmo dire che, tra i mobili, il letto è il nostro più fedele compagno… È quindi più che normale che, al momento di acquistarne uno, gli si dedichi un’attenzione particolare.
Poiché la qualità del sonno non dipende solo dal materasso, ma anche dal letto stesso, il comfort è senza dubbio un criterio di scelta di fondamentale importanza, insieme al design e allo spazio di cui disponete. Le esigenze in fatto di comfort variano da una persona all’altra e sono influenzate da eventuali problemi di salute, preferenze e abitudini personali. In ogni caso, un letto comodo è la condizione sine qua non per godere di un sonno ristoratore e per preservare la propria salute.
Un altro criterio di scelta importantissimo è, ovviamente, anche il tipo di letto. A questo proposito, vi ricordiamo che su ArchiExpo potete cercare letti singoli, matrimoniali, a soppalco, a castello, estraibili, reclinabili, ecc.

Letti: accedi ai prodotti

  • Letto: quale scegliere?

    Letto matrimoniale contemporaneo Misura Emme

    Letto matrimoniale moderno della marca Misura Emme

    I principali criteri da prendere in considerazione nella scelta di un letto sono il comfort, l’estetica e la praticità del letto e lo spazio disponibile nella camera. Sul mercato troverete un numero pressoché infinito di modelli: letti standard, a castello, a baldacchino, a soppalco, estraibili, a scomparsa, tatami, letti sospesi, rotondi, con contenitore integrato, ecc. Molti di questi modelli possono a loro volta avere altre caratteristiche particolari, possono cioè essere imbottiti, avere una testiera o esserne sprovvisti, avere un comodino e/o l’illuminazione integrati, ecc.

    Le dimensioni dei letti singoli e matrimoniali variano da un Paese all’altro.

    Il letto tradizionale, o classico, con o senza testiera, è il tipo di letto che troviamo nella maggior parte delle camere da letto matrimoniali. La scelta tra legno e metallo dipenderà principalmente dal gusto personale. Sappiate che, qualora acquistiate un letto senza testiera, potrete in un secondo tempo aggiungerne una, sia per ragioni di comfort che di estetica.

    Letto a scomparsa della marca SELLEX

    Letto a scomparsa della marca SELLEX

    Il letto a scomparsa è chiamato talvolta, a seconda della sua configurazione, armadio letto. Incassati in una parete o in un armadio, i letti a scomparsa non occupano spazio a terra. Questo tipo di letto, oltre ad essere la soluzione ideale per le camere di piccole dimensioni, ha anche un notevole pregio estetico in termini di arredamento. Sul mercato esistono inoltre armadi letto dotati di cassetti, generalmente disposti ad entrambi i lati del letto.

    I letti estraibili, invece, vengono usati spesso come letti supplementari per gli ospiti. Nascosto alla vista, questo letto si trova in una sorta di grande cassetto in metallo sul quale è poggiato un altro materasso, che può fungere sia da letto che da divano.
    Poiché possono servire come letto per una persona, per due persone o come divano, e poiché occupano lo spazio a terra di un solo letto, i modelli estraibili rappresentano un’ottima soluzione per chiunque disponga di poco spazio e trovano impiego sia nelle camerette dei bambini che nelle camere da letto degli adulti.

    Il letto a soppalco ha una struttura simile a quella del letto a castello, con la differenza che non occupa spazio a terra. Anche questo modello rappresenta una buona soluzione per le stanze di piccole dimensioni. Il letto a soppalco, che può essere singolo o matrimoniale, libera spazio nella parte “giorno” dell’appartamento. Sotto al letto propriamente detto, di conseguenza, potrete ricavare uno spazio in cui mettere una scrivania, delle mensole o un divano, e che potrete usare come studio o come soggiorno.

    Il letto con contenitore, invece, è pratico perché comporta anche uno spazio in cui è possibile sistemare diverse cose. Poiché funge anche da armadio e cassettone, aiuta a mantenere la stanza in ordine e a far sì che meno oggetti rimangano in bella vista. Questi modelli sono generalmente di grandi dimensioni e consentono di riporre al loro interno molti oggetti personali, come vestiti o altro. La vostra camera, di conseguenza, avrà un aspetto più minimale e ordinato, meno saturo.

    Letto a baldacchino della marca MORELATO

    Il letto a baldacchino è il letto “romantico” per eccellenza. Spesso dotato di accessori e ornati con veli e tendine, crea un’atmosfera rilassante, particolarmente adatta al riposo.

    Per finire, un’altra opzione per chi debba arredare una stanza poco spaziosa è il letto a scomparsa, che si trasforma in un mobile nel quale possono essere sistemati oggetti personali ed altro. Il suo principale vantaggio è che consente di liberare spazio a terra per un interno perfettamente organizzato.

    Letto sospeso della marca ZEITRAUM

    Letto sospeso della marca ZEITRAUM

    In termini di comfort e di prevenzione del mal di schiena, anche il tatami, ossia il tradizionale letto giapponese, è una valida opzione. Dormire su un futon, che a sua volta è l’equivalente giapponese del nostro materasso, poggiato su un tatami è benefico per la schiena. I tatami non hanno né piedi né supporto e sono poggiati direttamente a terra. Nonostante la sua fermezza, il tatami riduce tensioni muscolari e articolari nella misura in cui si adatta al corpo della persona che vi dorme sopra, e indipendentemente dalla posizione che questa assume durante il sonno.

    Il letto sospeso, invece, si distingue in primis per un effetto estetico sorprendente. Poiché i suoi piedi sono fissati direttamente al sommier. il letto sembra sospeso in aria al di sopra del pavimento. Di sicuro, non correrete più il rischio di andare a sbattere con le dita dei piedi contro il letto!

    Per finire, alcuni psicologi hanno dimostrato che gli essere umani sono, in linea generale, attratti dalle forme rotonde. Probabilmente per questa ragione, il letto rotondo è considerato da molti come quello esteticamente più interessante.

    Principali tipi di letto: 

    • tradizionale
    • a castello
    • a baldacchino
    • a soppalco
    • con letto estraibile
    • sospeso

     

    Altre caratteristiche: 

    • imbottito
    • con/senza testiera
    • con comodino/i integrato/i
    • con illuminazione integrata
  • Che materiali scegliere?

    Un letto è composto principalmente da una struttura, o telaio, solitamente in legno o metallo. Il telaio può essere imbottito e ricoperto in tessuto o pelle e, qualora non abbia una testiera, viene chiamato usando il termine francese sommier, o letto sommier. L’acquisto di un letto rappresenta un investimento importante. Prima di tutto, la vostra attenzione dovrà concentrarsi sui materiali usati per la sua fabbricazione. L’obiettivo, ovviamente, è di acquistare un letto che offra comfort e sicurezza, che abbia una buona durata di vita e che sia di buona qualità. A seconda del materiale in cui è realizzato, un letto reagirà diversamente all’usura e ad eventuali urti. I primi segnali di usura sono gli eventuali cigolii e l’aspetto delle finiture.

    I letti in legno sono molto apprezzati per il loro aspetto naturale. Qualora optiate per questo tipo di letto, il tipo di essenza, ossia di legno, rappresenterà un criterio di scelta fondamentale. Nobile e dura, l’essenza di quercia è molto richiesta sul mercato sia per le sue qualità estetiche che per la sua solidità. Il legno di faggio è anch’esso molto apprezzato per la sua solidità e le sue qualità estetiche. Per finire, ricordiamo che anche i legni esotici sono ampiamente utilizzati nella fabbricazione di letti e che apportano un tocco di calore all’arredamento.

    Nonostante le sue numerose qualità, il legno presenta però anche alcuni inconvenienti. Un tealio in legno, infatti, può essere attaccato e infestato da insetti xilofagi, come tarli e termiti, ossia da insetti che si nutrono di legno. È per questa ragione che alcune persone, nonostante oggi esistano appositi trattamenti per proteggere il legno, preferiscono i modelli in ferro o in acciaio, più facili da pulire e meno esposti a questo genere di problemi. I letti in metallo, in particolare, oltre ad essere particolarmente sicuri, resistono bene ai movimenti della persona che vi dorme sopra e hanno una lunga durata di vita.
    Legno massiccio e metallo non sono però gli unici materiali usati dai fabbricanti, che ricorrono con sempre maggior frequenza al legno truciolare e ai pannelli di fibre di media densità (composti melamminici o MDF ). A questi materiali viene applicato uno strato di resina melamminica pressato a caldo. La resistenza e la leggerezza di questi materiali, combinate a un prezzo d’acquisto particolarmente contenuto, fanno sì che questi mobili riscontrino un grande successo. Questi materiali permettono di realizzare pannelli modulari, molto versatili, ideali per creare mobili dalle forme originali, ma sono pur tuttavia meno resistenti rispetto al legno massiccio.

  • Che altezza scegliere?

    L’altezza alla quale dormirete dipenderà, ovviamente, sia dall’altezza del letto che dallo spessore del materasso. Questa altezza di seduta, o altezza totale, è un fattore importante perché incide sulla facilità con la quale potrete sedervi e rialzarvi o rifare il letto. Una persona di media statura che debba rassettare un letto di 50 cm su cui è posato un materasso di medie dimensioni, ad esempio, non sarà costretta a chinarsi troppo. Ad incidere sulle condizoni di igiene, però, è soprattutto l’altezza del letto propriamente detto: più precisamente, la distanza del materasso da terra deve garantire una buona circolazione dell’aria e quindi una migliore ventilazione del materasso. Ciò, a sua volta, fa sì che l’umidità accumulatasi durante la notte si dissipi più rapidamente.

    Ricordiamo anche che la presenza di sponde e di una testiera, detta anche spalliera, e l’altezza di questi elementi contribuiscono a mantenere il materasso nella sua posizione.

  • Che stile scegliere?

    In quanto elemento centrale della camera, il letto è il mobile che per primo attira l’attenzion e, in un certo senso, definisce l’atmosfera generale di una stanza. Le persone che accordano un’interesse particolare all’arredamento si concentreranno sulla forma del letto e le sue finiture.

    Su ArchiExpo, i letti sono suddivisi in tre categorie principali: moderno, classico e in “stile” (art déco, Luigi XVI, Chesterfield, ecc).

    Un letto moderno, dalle linee semplici, darà un tocco minimal alla vostra camera da letto mentre un modello più classico contribuirà a creare un’atmosfera più calda o addirittura, a seconda del letto, più rustica.

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *