Il salone online dell'architettura e del design

Come scegliere una vasca da bagno

Nella scelta di una vasca da bagno la vostra attenzione dovrà concentrarsi essenzialmente sulla forma, le dimensioni e il materiale, oltre che sul tipo di posa, o di installazione. La grande varietà di modelli disponibili sul mercato riflette peraltro la crescente importanza della vasca da bagno, che non è più vista come un semplice sanitario, ma come elemento centrale del bagno moderno, capace di coniugare modernità, design e comfort. Le vasche idromassaggio, ad esempio, oltre a spruzzare acqua per massaggiare le diverse parti del corpo, includono con sempre maggior frequenza un diffusore di oli essenziali e un’illuminazione a LED, che trasformano il bagno in un’esperienza sensoriale coinvolgente e rilassante.

Su ArchiExpo è possibile affinare la propria ricerca filtrando i prodotti esposti sulla base delle loro caratteristiche. Cliccando sul filtro “installazione”, per esempio, potrete scegliere tra vasche da appoggio e da incasso.

Vasche da bagno: accedi ai prodotti

  • Vasca da bagno da appoggio o da incasso: quale scegliere?

    A seconda del tipo di installazione, le vasche da bagno si dividono principalmente in vasche da incasso e vasche da appoggio, o freestanding. Il loro prezzo varia principalmente a seconda del design e dei materiali di fabbricazione.

    Semplice o con doccia integrata, la vasca da incasso è una vasca da bagno classica, fissata a terra e installata contro il muro o in un angolo del bagno. La vasca da incasso richiede meno manutenzione, ma al suo prezzo d’acquisto vanno ad aggiungersi i costi del rivestimento e delle opere murarie che sarà necessario realizzare.

    La vasca da appoggio, o vasca da bagno freestanding, è invece autoportante, e può quindi essere posata senza che sia necessario realizzare opere murarie. Ideale per gli ambienti di grandi dimensioni, può essere collocata al centro del bagno e tende ad aumentare l’impressione di spazio. Articolo di lusso fino a pochi anni fa, la vasca freestanding continua ad essere associata ad una certa idea di sofisticata eleganza, nonostante il suo prezzo d’acquisto sia più accessibile che in passato. Oggi, inoltre, la doccia integrata non è più una prerogativa esclusiva dei modelli da incasso e anche questo, in parte, spiega perché i modelli freestanding stiano tornando di moda. Nonostante l’installazione delle vasche da appoggio sia più semplice, sarà necessario realizzare un collegamento, tra vasca e impianto idraulico, che preveda anche un sistema di evacuazione.

    Vasca da bagno da incasso della marca ROCA

    Vasca da bagno da appoggio della marca BETTE

  • Quale forma di vasca scegliere?

    Per prima cosa è necessario misurare lo spazio a propria disposizione e prestare attenzione alla configurazione del bagno. La forma e le dimensioni di una vasca, infatti, verranno scelte non solo in base al gusto personale, ma anche alle caratteristiche dell’ambiente in cui la vasca in questione verrà installata. Quadrata, rettangolare, d’angolo o ad isola: le vasche da bagno esistono in numerose forme per soddisfare tutte le esigenze, anche in fatto di gusto.

    • Vasca da bagno rettangolare: è la più comune e la più classica delle vasche da bagno. Le vasche rettangolari vengono generalmente installate contro un muro, spesso in un angolo del bagno, al fine di ottimizzare lo spazio disponibile. Sono disponibili in diverse dimensioni, che vanno dai 150 ai 190 cm di lunghezza e dai 70 ai 100 cm di larghezza. Sul mercato esistono tuttavia modelli compatti, ideali per chi non ha molto spazio. Poiché la forma rettangolare permette di installare più facilmente un sopravasca o una tenda da doccia, è abbastanza comune che questi modelli comportino anche una doccia integrata. I lati di queste vasche da bagno vengono spesso rivestiti o pannellati.
    • Vasca da bagno ovale: anche la vasca da bagno ovale è un modello che ha grande diffusione. Le sue linee, più morbide e naturali rispetto a quelle delle vasche rettangolari, si adattano perfettamente a tutti i tipi di bagno. Sul mercato sono troverete vasche da bagno di diverse dimensioni, e quindi anche modelli compatti particolarmente indicati per i bagni poco spaziosi.
    • Vasca da bagno d’angolo: è particolarmente adatta per bagni di medie e grandi dimensioni. Le vasche d’angolo, o vasche angolari, sono più larghe dei modelli che abbiamo già trattato, ma generalmente meno lunghe. Generalmente, rappresentano un’ottima soluzione per sfruttare un angolo del bagno il cui spazio, altrimenti, andrebbe perso. Sul mercato troverete modelli simmetrici e modelli asimmetrici, ossia con un angolo più chiuso dell’altro. Per una migliore resa estetica, i lati delle vasche angolari vengono rivestiti con pannelli.
    • Vasca da bagno rotondasicuramente meno comuni delle vasche rettangolari, le vasche da bagno rotonde richiamano alla mente le spa. La forma rotonda, inoltre, invita immediatamente al relax. Il principale svantaggio di queste vasche da bagno è il loro ingombro.
    • Vasca da bagno quadrata: ideale per le coppie, le vasche da bagno di forma quadrata sono generalmente più spaziose e possono ospitare facilmente due persone.
    Vasca rettangolare della marca DUSCHOLUX AG

    Vasca da bagno rettangolare della marca DUSCHOLUX AG

    Vasca da bagno della marca HOESCH

    Vasca da bagno ovale della marca HOESCH

    Vasca d'angolo della marca GLASS 1989

    Vasca da bagno d’angolo della marca GLASS 1989

    Vasca da bagno rotonda della marca JACUZZI France

    Vasca da bagno rotonda della marca JACUZZI France

    Vasca da bagno quadrata della marca GLASS 1989

    Vasca da bagno quadrata della marca GLASS 1989

  • Quale materiale scegliere per la propria vasca da bagno?

    Il materiale in cui è realizzata la vasca da bagno ne determina la resistenza, la durata di vita e la facilità di manutenzione. Inoltre, in determinati casi sarà oppoutuno verificare che il pavimento sia in grado di sopportare il peso della vasca da bagno riempita d’acqua. Un pavimento in legno, ad esempio, non sosterrà lo stesso peso di un pavimento in cemento. I principali materiali utilizzati nelle vasche da bagno sono l’acrilico, i materiali compositi, il metallo, la pietra, la porcellana e la ceramica

    Acrilico: l’acrilico rinforzato è un materiale economico, flessibile e capace di mantenere più a lungo la temperatura dell’acqua. Le vasche in acrilico, tuttavia, devono essere lavate con particolare premura per evitare che la superficie si graffi. I materiali acrilici usati nella fabbricazione delle vasche da bagno si dividono in fibra di vetro, che è un materiale leggero, durevole ed economico; Toplax, che è un acrilico rinforzato con ABS antiscivolo, molto leggero, riciclabile al 100% e con una buona resistenza agli urti; e Technolax, un materiale composito rigido e altamente resistente che è anche un ottimo isolante termico e acustico.

    [+] È un materiale non poroso (ad eccezione della fibra di vetro)
    [+] Contribuisce a mantenere la temperatura dell’acqua
    [-] È soggetto a deformazioni e leggere graffiature

    Fibra di vetro: si distingue dagli altri tipi di acrilico rinforzato per la sua leggerezza, il basso costo e la facilità di installazione. Essendo un materiale poroso, assorbe minime quantità d’acqua che possono portare alla comparsa di lievi deformazioni e crepe nella superficie della vasca. Tuttavia, è possibile risolvere questi problemi con un kit di riparazione per fibra di vetro.

    [+] Ha un prezzo abbordabile
    [+] È leggera e facile da installare

    [+] È facile da riparare

    [-] È uno dei materiali più fragili sul mercato
    [-] È un materiale poroso e può fessurarsi e deformarsi

    [-] Perde colore nel tempo ed è soggetto ad usura

    Corian: numerosi produttori fanno ricorso a materali compositi speciali, come il Corian®. Il Corian ha fatto la sua comparsa sul mercato delle vasche da bagno solo in tempi recenti. È facile da pulire, non poroso, antigraffio, antimacchia e poco soggetto a fessurzaione. Questo materiale resiste bene alle aggressioni di muffe e batteri, a condizione, naturalmente, che la vasca venga pulita regolarmente.

    [+] È durevole e facile da riparare
    [+] Non è poroso ed è facile da pulire
    [+] Contribuisce a mantenere la temperatura dell’acqua
    [-] È un po’ pesante e relativamente caro

    Resina: il termine resina include le resine termoplastiche rotostampate e le resine poliestere.
    I polimeri rotostampati hanno una superficie gradevole al tatto mentre, le resine poliestere si distinguono per la loro resistenza grazie ad un gelcoat rinforzato. L’aspetto di alcune resite composite ricorda la ceramica o la pietra, ma, rispetto a questi materiali, le resine sono meno pesanti e costose.

    [+] È durevole e molto resistente ai graffi e agli urti

    [+] È facile da pulire

    [+] Contribuisce a mantenere la temperatura dell’acqua
    [+] È meno pesante della pietra, pur ricordandone l’aspetto, e dell’acciaio
    [-] Richiede una manutenzione regolare (possibilmente con carta vetrata e pasta lucidante)
    [-] È più costosa di altri materiali

    Metallo: la ghisa è il metallo più utilizzato nella realizzazione delle vasche da bagno. L’acciaio, tuttavia, oltre ad essere molto più leggero della ghisa, è anche molto resistente e di facile manutenzione. Quello smaltato, in particolare, pur essendo più pesante dell’acciaio normale, è ancora più resistente e conserva bene il calore. L’acciaio, tuttavia, può creare uno sgradevole effetto di risonanza all’interno della vasca. Per questa ragione, qualora optiate per un modello in questo materiale, vi consigliamo di installare dei pannelli fonoisolanti sul fondo della vasca.

    [+] È più durevole, molto resistente ai graffi e agli urti
    [+] È facile da pulire
    [+] Contribuisce a mantenere la temperatura dell’acqua
    [-] Tra i materiali usati per la fabbricazione di vasche, è uno dei più pesanti
    [-] È relativamente costoso

    Pietra: molto resistente e durevole, una vasca in pietra può avere una lunghissima durata di vita. Col tempo, però, il suo colore può essere soggetto ad alterazioni. In termini di comfort, ricordiamo che la pietra conserva il calore per lungo tempo, permettendovi di fare lunghi bagni caldi. I suoi principali svantaggi sono il suo prezzo e il peso elevato.

    [+] È solida e durevole
    [+] Conserva il calore
    [-] Ha un prezzo d’acquisto elevato
    [-] È pesante

    Legno: è un materiale piuttosto costoso ma, essendo naturale, con la sua consistenza e il suo odore, dà all’ambiente un tocco sia di semplicità che di lusso. L’eccessiva esposizione all’umidità, tuttavia, può deteriorare il legno e finire per fessurarlo. D’altra parte, il legno non dovrà mai asciugarsi completamente e per questa ragione una vasca in legno dovrà essere usata almeno una volta a settimana. Anche se piuttosto costosa, la vasca in legno ha il vantaggio di poter essere fabbricata su misura per soddisfare le esigenze personali.

    [+] Offre un contatto con la natura
    [+] Può essere lavorato in maniera da creare vasche su misura
    [-] È costoso
    [-] Si rovina col tempo

    Ceramica: è un termine generico che comprende vari materiali, che possono essere vetrificati, termoinduriti e decorati. Tra i materiali ceramici ricordiamo la maiolica, il gres, la terracotta e la porcellana. Solitamente le vasche in ceramica sono realizzate interamente in questo materiale, anche se esistono modelli in cui solo la parte esterna è ricoperta di ceramica sotto forma di piastrelle. La ceramica è inoltre un materiale resistente ai graffi, ma che può scheggiarsi abbastanza facilmente in caso di impatto. Facili da pulire con un detergente o bicarbonato di sodio, le vasche fabbricate in questo materiale hanno però una superficie molto liscia e quindi scivolosa. Per finire, la ceramica non conserva bene il calore: anche se la superficie della vasca da bagno rimane calda, l’acqua si raffredda rapidamente.

    [+] È resistente ai graffi
    [+] È facile da pulire
    [-] Non conserva bene il calore
    [-] Può scheggiarsi in caso di urto

Guide correlate
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *